Temporali e nubifragi violenti a macchia di leopardo, impatto devastante sulle coltivazioni

By | 05/09/2017
Temporali e nubifragi violenti a macchia di leopardo, impatto devastante sulle coltivazioni

Con l’arrivo della perturbazione atlantica Poppea in molte città il maltempo ha colto di sorpresa un po’ tutti anche perché ci sono stati in certi casi, sebbene a macchia di leopardo, temporali e nubifragi violenti dopo tre lunghi mesi di siccità e di crisi idrica. L’impatto di questi temporali ha rallentato, seppure temporaneamente, i flussi turistici e le partenze da parte degli italiani che hanno scelto il mese di settembre del 2017 come quello giusto per trascorrere le vacanze. Ma si fa intanto la conta dei danni in agricoltura visto che, dopo la siccità, i temporali ed i nubifragi violenti hanno generato, come se non bastasse, un impatto devastante sulle coltivazioni.

A denunciarlo è stata la Coldiretti nel precisare al riguardo come la pioggia intensa, scaricata in così brevissimo tempo, non venga assorbita facilmente dai terreni agricoli che sono stati resi aridi e secchi dalla lunga siccità. Anzi, secondo l’Organizzazione degli agricoltori a causa della lunga siccità due terzi del territorio nazionale è a rischio di frane e di smottamenti, con la conseguenza che le piogge torrenziali non possono che far aumentare questi rischi.

Dopo essere state stremate dalla siccità, la pioggia abbondante caduta in poche ore, ma soprattutto le grandinate, specie nel Nord Italia, hanno purtroppo dato il colpo di grazia a decine di ettari di coltivazioni. Con la conseguenza che gli agricoltori hanno perso tutto, ovverosia il raccolto di un intero anno di lavoro. La Coldiretti in merito registra infatti danni per la raccolta non solo dell’uva, ma anche per la frutta e per i campi coltivati a soia e mais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *